Quello che conta

Concentrarsi su quello che risuona con noi

Lo Sketchnote ha molteplici applicazioni, viene usato per documentazione, project management, diari di viaggio, ricette di cucina per raccogliere e organizzare idee, ma il suo utilizzo "classico" è per prendere appunti durante lezioni, conferenze etc.

Ed è in questo ultimo caso che si definisce la grande differenza tra Sketchnote e Graphic Recording. Questo bellissimo post di Jeannel King sul suo blog spiega in dettaglio questa differenza: The Difference: Sketch Notes, Graphic Recording and Graphic Facilitation .

Riducendo il concetto all'essenziale: Il Graphic Recorder registra, appunto, pari-pari l'evento o conferenza o discorso che sia, cercando di evitare le proprie "sfumature" personali: tutto quello che viene disegnato rispecchia tutto quello che viene detto e viceversa.

Per lo Sketchnoter è diverso.

La tecnica dello Sketchnote punta al catturare i punti salienti e concetti che risultano importanti, che "risuonano" con lo Sketchnoter.

Se siamo ad una conferenza e l'oratore sta dicendo cose di una banalità sconvolgente, che non attirano la nostra attenzione e non accendono la famosa lampadina, lo Sketchnoter disegnerà questa sensazione e magari anche il proverbiale mucchio di letame (bullshit), il Graphic Recorder disegnerà/scriverà comunque tutto quello che viene detto.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.